Kurenai88 (kurenai88) wrote,
Kurenai88
kurenai88

[When the Crystal Cracks] Epilogo

Titolo: When the Crystal Cracks
Titolo del Capitolo: Epilogo
Fandom: Real Person
Personaggi: Chris Hemsworth, Tom Hiddleston
Genere: Introspettivo, Erotico, Romantico
Rating: Rosso
Avvertimenti: What if? (E se…), Slash, Lemon
Conteggio Parole: 2951 (FiumiDiParole)
Note: 1. Scritta e dedicata a Giusy che mi ha richiesto questa fic <3 ed io alla fine mi sono fatta prendere la mano eheXD
2. Ambientata durante le riprese di Thor: The Dark World. Ciò che descrivo non è realmente successo, solo alcune cose sono “reali” – come il viaggio in Islanda.
3. Il titolo non ha sensoXD mi sono solamente rifatta ad una frase della fic XD
4. Non betata *O*



{ When the Crystal Cracks ~
- Epilogo -




Erano passati quasi due mesi dalla conclusione delle riprese e per Chris e Tom sembrava essere iniziata una nuova vita.
Passavano spesso le giornate insieme – e ogni tanto portavano con loro India o uscivano addirittura con Elsa, come per mostrare al mondo che erano semplicemente amici – e quella loro ‘relazione’ era stata soprattutto aiutata dalla scelta di Chris di rimanere a Londra - nella casa che aveva acquistato a Notting Hill.
In quel modo l’australiano poteva incontrare quando voleva Tom, ed Elsa – perché aveva trovato anche lei dei punti positivi in quel frangente – era a poche ore di volo da Madrid, per andare a trovare i suoi parenti.
Ovviamente erano ancora lontani dal dire che vivevano una situazione semplice – vivere nascosti non era mai piacevole per nessuno -, ma di certo erano abbastanza felici da non potersi lamentare. Andava tutto per il meglio, ma per quanto Chris adorasse Londra – e non era solo la presenza del ‘suo’ Tom a fargli apprezzare la città! –, non sarebbe mai riuscito ad abituarsi alle lunghe giornate di pioggia che la rendevano cupa e tetra, costringendolo a stare rinchiuso in casa… ma da quando aveva iniziato a ‘frequentare’ Hiddleston le cose erano letteralmente cambiate. O, almeno, Tom aveva trovato il modo per tenerlo ben distratto.
Stressato dalle continue lamentele di Chris – non poteva uscire o andare a correre, quindi se ne stava appollaiato davanti alla finestra a fare il muso lungo -, l’inglese aveva deciso di agire ‘fisicamente’.
Non ci aveva pensato neanche per due secondi e, in men che non si dica, lo aveva letteralmente placcato e bloccato contro il muro – la sua breve ma intensa carriera come giocatore di rugby gli era stata davvero utile -, chiudendo le loro labbra in un umido ma passionale bacio.
“ Al posto di lamentarti… potremo passare questo utile pomeriggio rinchiusi in casa a divertirci.”, gli fece presente.
Chris, riprendendosi dallo stupore per l’attacco ed il bacio a sorpresa, sbatté le palpebre annuendo con un’espressione stupida in volto – seguendo poi Tom in camera da letto come se fosse un automa.
Non era la prima volta che si concedevano l’uno all’altro – la prima era stata fin troppo imbarazzante per entrambi per ricordarla -, ma ogni singolo momento che riuscivano a passare insieme era per i due attori unico ed intenso.
Tom, concedendosi una risatina, si sedette sul letto invitando Chris a fare lo stesso. L’australiano, riprendendosi dallo stupore, ghignò liberandosi velocemente delle scarpe prima di salirgli sopra per baciarlo, fino a costringerlo a distendersi sotto di lui.
“ E ora?”, domandò mordendogli leggermente il labbro inferiore.
“ Non farmi essere scurrile…”, lo ammonì Hiddleston sospirando e socchiudendo gli occhi.
“ Lo sarai... come ogni volta…”, ridacchiò invece Chris, osservando divertito come le guance dell’altro prendessero improvvisamente colore per quell’affermazione.
Nessuno lo sapeva – ed Hemsworth voleva continuare ad essere l'unico a conoscenza di quel fatto -, ma Tom era... incline a lasciarsi 'verbalmente' andare quando facevano l’amore.
Parlava sempre tanto, ma in quei momenti perdeva la sua naturale educazione… e a Chris piaceva da impazzire.
“ P-piantala!”, esclamò l’inglese, afferrandolo per la camicia e cercando di sfilargliela senza aprirla – venendo fortunatamente aiutato dal suo compagno.
Gli carezzò il petto finalmente nudo, sfiorando i capezzoli con le dita e percorrendo poi le sensuali linee create dagli addominali scolpiti del suo compagno - amava quel corpo, neanche una statua poteva reggere il confronto.
Chris, sorridendo a quelle delicate attenzioni da parte di Tom, iniziò invece a baciargli il collo alternando di tanto in tanto dei leggeri morsi - il dolce profumo di Hiddleston era talmente invitante da farlo quasi impazzire.
" Hai i preservativi, Tom?", domandò leccando la pelle dal collo fino all'orecchio.
" No... non dovevi averli tu?", ribatté l'inglese, sospirando e graffiando la schiena del suo amante.
" Pensavo lì avessi tu...", mormorò.
" Non venirmi dentro allora.", tagliò corto Tom, bloccando sul nascere i dilemmi dell'australiano che, arrossendo leggermente, si concesse una piccola risata.
" Vedi che stai già diventando scurrile?"
" N-non è vero! Non ho detto niente di-", le sue lamentele vennero bloccate dalle labbra di Chris sulle sue e, rilassandosi, le socchiuse per permettere all'australiano di approfondire il bacio.
“ Shhh…”, soffiò Hemsworth senza smettere di sorridere, iniziando a spogliare il suo compagno.
“ Quasi quasi… mi è passata la voglia…”, si lamentò Tom, imbarazzato dalle insinuazioni di Chris – che, suo malgrado, erano reali.
“ Non lo pensi davvero…”, sussurrò l’australiano, leccando il petto asciutto dell’altro finalmente messo a nudo.
“ Mh… no…”, rispose sospirando, alzando il bacino per andare incontro al suo compagno. “ Anzi… gradirei che ti dessi una mossa…”
“ Scordatelo.”, ghignò Chris, mordendogli un capezzolo per vezzeggiarlo poi con la lingua fino a sentirlo duro sotto le sue carezze e scosso dai fremiti dell’altro.
“ Mmhh…”, Tom gli carezzò i capelli, stringendoli in un pugno quando il suo corpo veniva travolto da ondate più intense di piacere.
Ben presto iniziò ad avvertire ogni singolo brivido riversarsi tra le sue gambe, donandogli quella ormai familiare sensazione di necessità e frustrazione che lo fece ansimare e serrare con più forza la mano tra i capelli di Chris.
“ Levami… i pantaloni…”, gemette Hiddleston, cercando di dare alla sua voce un tono autoritario.
L’australiano succhiò ancora un capezzolo, graffiandogli i fianchi con le unghie, portando poi le mani sulla cintura dei jeans dell’altro.
La aprì con non poche difficoltà mentre Tom si contorceva sotto di lui nel tentativo di scalciare via le sue scarpe.
“ Sta… buono!”, esclamò ridacchiando.
“ Non riesco a togliermi le scarpe!”, si lamentò l’inglese, strappando al suo compagno delle risate. “ Molto gentile, Hemsworth!”, borbottò.
“ Ti do una mano.”, rispose Chris, allontanandosi per slegare i lacci delle ‘maledette’ scarpe dell’altro – approfittandone anche per sfilargli i pantaloni.
“ Ora si che si ragiona…”, ribatté Tom, attirando a sé l’amante.
“ Non ti sopporto quando fai così…”, mormorò l’australiano, baciandolo e carezzandogli ancora i fianchi e la schiena.
“ In realtà ami tutto di me~”, cinguettò allegramente Hiddleston, spostando le mani sui pantaloni dell’altro.
“ Cazzo… è maledettamente vero!”, sbottò mordendogli il mento senza però fargli male.
Tom ridacchiò, aprendo il primo bottone e facendo scorrere lentamente la zip – entrambi trattennero il respiro, come per voler assaporare il rumore della linguetta metallica che scorreva verso il basso.
Si scambiarono una veloce occhiata e, unendo ancora le loro labbra, anche Chris si mosse per potersi togliere i pantaloni.
Ogni movimento faceva sfregare i loro corpi, strappando ad entrambi dei bassi sospiri spesso soffocati dai baci che continuavano a scambiarsi - di tanto in tanto sfuggiva qualche risatina che contribuiva solamente a rendere più leggera la situazione.
Si carezzavano lenti, esplorando ogni singola parte dei loro corpi per andare a perdersi in quell’intimità che tanto avevano desiderato.
“ Ti ho già… detto quanto mi piaccia il tuo corpo?”, domandò Tom sorridendo e baciando il volto del suo compagno, mentre faceva scorrere le mani sulla schiena e sui fianchi.
“ Parecchie volte… soprattutto durante le interviste…”, gli fece notare Chris. “ Ma… amo sentirtelo dire… e vedere come lo dimostri…”, concluse, socchiudendo gli occhi ed insinuando una mano tra le gambe dell’inglese, ignorando volutamente l’erezione semi-nascosta dai boxer per sfiorare le cosce di Tom.
“ Mhhh… lo amo…”, sospirò. “ E durante le interviste dicevo solo la verità!”
“ Verità che ha contribuito a far aumentare il numero delle nostre fan.”, le dita dell’australiano scivolarono lentamente sotto i boxer, stuzzicando la delicata pelle dell’altro. “ Tre su cinque sono per… come si chiama? Ah sì: l’Hemston.”
Tom ridacchiò, alzando il bacino per cercare di incontrare le dita del suo compagno.
“ Ci hanno visto giusto, anche prima che noi ce ne accorgessimo... ed è Hiddlesworth.”
“ Perché deve stare prima il tuo nome?!”, si lamentò Chris, ritirando la mano.
“ Suona meglio, no?”, ribatté l’inglese, mordendo il collo dell’altro come per punirlo.
“ Mhhh…”, Hemsworth socchiuse gli occhi con un mezzo sorriso, spingendo il ginocchio tra le gambe di Tom, rubandogli un gemito.
Ripeté il movimento, sfregando la sua pelle nuda contro la stoffa dell’intimo del suo amante, e restando incantato davanti alle espressioni di puro piacere dell’inglese.
Il viso si era tinto leggermente di rosso e le sue labbra socchiuse, dai quali uscivano dei versi lussuriosi, sembravano chiamarlo per essere divorate dai baci… e non poteva resistergli.
Lo baciò lentamente, afferrandolo per la nuca per andare ad imporre il suo ritmo, conscio che la reazione di Tom avrebbe messo a dura prova il suo comando.
Infatti Hiddleston sollevò leggermente la gamba per infilarla tra quelle di Chris, andando ad imitare i movimenti del suo amante.
“ Ahhn… T-tom!”
“ Sì?”, l’inglese ghignò divertito, muovendo ancora il ginocchio e riuscendo a farlo gemere di nuovo.
Chris lo avrebbe insultato volentieri – non per davvero ovviamente -, ma Tom lo bloccò, baciandolo e succhiandogli il labbro inferiore.
Era un infame, soprattutto quando con pochi gesti volgeva la situazione a suo favore… ma l’australiano non riusciva a prendersela con lui: lo amava troppo per farlo, inoltre era decisamente eccitante.
Di certo però non poteva lasciarsi sottomettere in quel modo, e allontanandosi – con non poca fatica - cercò di togliergli i boxer.
Tom lo assecondò subito alzando il bacino e ridacchiando compiaciuto per aver già portato il compagno al limite della sopportazione.
“ Hai già perso la pazienza?”, domandò malizioso.
“ Sì…”, assentì. “ Ma con te.”, aggiunse con un leggero ghignò, afferrando senza alcun giochetto il sesso del suo amante, carezzandolo e strappandogli sin da subito un sussulto ed un alto gemito.
Compiaciuto continuò a muovere la mano, osservando soddisfatto le reazioni dell'inglese che non aveva neanche più la forza di ribellarsi.
" Dolce vittoria~", commentò baciandogli la guancia e carezzandogli con le dita le labbra.
Tom ansimò senza riuscire a rispondere, puntellando i piedi sul materasso per spingersi verso l'australiano.
Hemsworth però aveva ben altri piani, e quando si rese conto di aver portato al limite il suo compagno si fermò.
L'inglese emise un lamento frustrato, il piacere che lo aveva travolto fino a qualche istante prima era stato sostituito dall'insoddisfazione e dal doloroso pulsare del suo membro, ma neanche l'occhiataccia che donò all'altro attore parve convincerlo a riprendere a toccarlo.
" Chris!", gracchiò. " Aspetti un disegnino?", domandò, nervoso per il mancato orgasmo.
" Non sai disegnare...", gli ricordò ridendo l'australiano.
" Non ci vuole un artista per disegnare un-ahh!", la mano di Chris di nuovo sul suo sesso bloccò le oscenità che stava per dire - era ormai senza alcun freno inibitore.
" Rilassati...", sussurrò l'australiano, leccando poi le dita della mano libera fino a creare una leggera patina umida.
Davanti a quel gesto, gli occhi di Tom parvero illuminarsi, e allargando le gambe l'inglese attese le falangi del suo amante.
Hemsworth gli avrebbe fatto notare volentieri che sembrava 'una troia' comportandosi in quel modo, ma era talmente eccitante che le parole gli rimasero sulla punta della sua lingua mentre portava le dita nell'orifizio dell'inglese.
Lo carezzò con attenzione, spingendo la sola punta dell'indice dentro il caldo corpo di Tom che, inconsciamente, rifiutò l'intrusione poi iniziò ad aprirsi al suo passaggio.
Mosse la falange con calmi e studiati movimenti circolari, spingendosi sempre più a fondo alla ricerca della prostata.
L'inglese iniziò ben presto ad emettere dei versi sempre più alti, che spinsero Chris ad aumentare il numero delle falangi pur di soddisfarlo.
Anche il secondo dito venne accolto dal corpo di Hiddleston che, teso e concentrato a carpire più piacere possibile, strinse con forza le mani sulle spalle dell'altro.
Aveva ormai perso ogni velleità, ma l'australiano sapeva che presto sarebbe tornato all'attacco quando le dita non gli sarebbero più bastate... e in quel momento Chris avrebbe perso il controllo.
Tom, infatti, iniziò a muoversi sotto di lui cercando un contatto maggiore.
Lo chiamò con voce roca, spezzata da dei mugolii.
" Sono... pronto...", sussurrò. " Ahn... dai Chris...", lo guardò, leccandosi le labbra.
" Se ti dico cosa sembri... ti arrabbi.", ribatté Hemsworth, abbassandosi per percorrere con la sua lingua il percorso appena fatto da quella di Tom sulla sua bocca.
" E chi ti dice che non lo stia facendo apposta?", soffiò l'inglese.
" Perché è una... tua dote naturale...", gli morse lentamente il labbro inferiore, togliendosi nel mentre i boxer.
" Non è vero...", ridacchiò debolmente, allargando le gambe per fare spazio al corpo del suo compagno.
" E chi ti dice che non lo stia facendo apposta?", soffiò l'inglese.
" Perché è una... tua dote naturale...", gli morse lentamente il labbro inferiore, togliendosi nel mentre i boxer.
" Non è vero...", ridacchiò debolmente, sollevandosi sui gomiti per osservare il corpo nudo dell’australiano.
“ Ah no?”, Chris gli rivolse un sorrisetto divertito, sporgendosi poi in avanti per poter baciare il compagno.
Tom gli cinse il collo con le braccia, mugugnando quando sentì il sesso dell’altro contro di sé - era umido ed eretto, tremendamente duro da far quasi male.
Allargò le gambe, invitandolo a sistemarsi meglio contro il suo corpo, e Chris facendo scivolare le mani verso il basso, riprese a masturbarlo per rendere meno fastidiosa la penetrazione.
Avvertì chiaramente la punta del membro dell'australiano carezzare il suo orifizio, e solo dopo qualche istante iniziò a forzare l'anello muscolare.
" C-Chris...", inconsciamente il corpo di Tom si contrasse a quel contatto così intimo,
" Rilassati...", lo incoraggiò Hemsworth, muovendo ancora la mano sull'erezione dell'inglese.
" Fallo...", sussurrò, andando incontro al corpo del suo amante. " Prendimi... n-non girarci attorno..."
" No...", rispose l'altro, trattenendosi dall'assecondare Hiddleston senza neanche pensarci - cosa particolarmente complicata visti i sensuali movimenti dell'inglese e la sua voce calda e supplichevole.
" Ti prego... è... è meglio... così...", gli carezzò la nuca, soffiando quelle parole direttamente sulle labbra di Chris.
Senza resistere lo baciò quasi con rabbia, spingendosi oltre l'ostacolo creato dall'anello muscolare dell'orifizio del suo compagno.
Tom si lasciò subito sfuggire un lamento soffocato sulle labbra di Chris, e questo contribuì a far bloccare l'australiano - facendogli aumentare al tempo stesso il ritmo delle carezze sul sesso dell'altro.
" S-scusa..."
Hemsworth non poteva negare di trovare piacevole quei muscoli che si stringevano attorno alla sul erezione, ma il causare del dolore al suo compagno era in grado di fargli dimenticare ogni cosa.
" Ancora..."
" No... ora si fa a modo mio...", ribatté Chris, baciandogli il collo e carezzando ancora il membro dell'inglese.
Paziente, attese che il corpo di Tom iniziasse a rilassarsi, e solo in quel momento osò spingersi leggermente in avanti, superando i muscoli che si facevano più cedevoli al suo passaggio.
Continuò a trattenersi, cercando di non lasciarsi andare neanche quando Hiddleston iniziò a gemere per il piacere, invitandolo a muoversi un po' più forte. Fece appello a tutto il suo autocontrollo, per non iniziare ad affondare come un'animale nel corpo dell'inglese, ma quest'ultimo decise di rendergli particolarmente complicato il suo compito, emettendo dei bassi versi e facendo ondeggiare il bacino.
" M-maledizione... T-Tom...", gli sfuggì un gemito e, perdendo per qualche istante il controllo del suo corpo, si ritrovò a spingersi dentro il suo compagno, che accolse quegli affondi un dei gemiti soddisfatti.
La reazione dell'inglese bastò all'altro per perdere ogni freno e, stringendo con forza una mano sul fianco di Tom - mentre con l'altra continuava a masturbarlo -, iniziò a muoversi, alternando spinte più lente e profonde ad altre più veloci.
Tom lo assecondò subito, lasciandosi trasportare dal ritmo del suo compagno, e cercandone le labbra per baciarlo ancora.
Gli carezzò il viso, ansimando e tentando al tempo stesso di approfondire quel contatto, ma il piacere che scuoteva i loro corpi sembrava renderlo impossibile.
" Ah-ahh... Chris...", Tom parve arrendersi, abbracciandolo e alzando il bacino per accogliere ancora i movimenti dell'altro che, stretto dalle leggere contrazioni del muscoli dell'inglese, gemette roco contro le sue orecchie.
L’australiano ansimò quasi senza fiato, nascondendo il volto nell'incavo del collo di Tom.
Si lasciò avvolgere dal profumo del suo amante, cercando al tempo stesso di spingersi sempre più a fondo nel suo corpo e di muovere ancor più velocemente la mano sul sesso dell’altro, sfregando il pollice sulla punta arrossata e bagnata. Solo dopo qualche istante riuscì a portarlo al limite.
“ A-ahh… p-più… C-Chris… ahh… s-sto p-”, Tom afferrò con forza le lenzuola, inarcandosi e venendo sul suo petto e sullo stomaco dell’australiano, lasciando che le sue parole morissero sul nascere di un gemito.
Hemsworth sentì tutto il corpo del suo amante fremere e chiudersi su di lui, strappandogli un mugugno di piacere che lo portò rapidamente verso l’apice – il viso di Tom, le sue labbra socchiuse e arrossate, il corpo sudato e sporco di sperma… non poteva resistergli.
Ma come un campanello d’allarme, l’assenza del preservativo lo bloccò – erano entrambi ‘puliti’ ma era più che altro una questione di rispetto reciproco.
“ C-cazzo…”, cercò di fermarsi, bloccando i fianchi di Tom con le mani e tirandosi leggermente indietro.
“ N-no!”, l’inglese lo afferrò per le spalle, con la voce roca e bassa, costringendolo poi ad abbassarsi per baciarlo. “ Vieni…”, soffiò poi sulle labbra di Chris.
Per qualche istante il cuore dell’australiano smise quasi di battere, e per quanto il suo corpo fosse già caldo gli parve di sentirlo bruciare.
“ T-Tom…”
“ Vieni... dentro di m-me, cazzo...”, ripeté Hiddleston, serrando con più decisione la presa delle sue gambe sui fianchi dell’altro, rivolgendogli uno sguardo offuscato dall’orgasmo che lo aveva appena scosso.
Chris non riuscì a trattenere un gemito e, baciando ancora Tom, affondò di nuovo nel corpo del suo compagno facendolo mugolare di piacere contro le sue labbra.
Si mosse quasi febbrilmente, come se da quello ne dipendesse la loro stessa vita. Soffocarono i reciproci gemiti in brevi ed umidi baci, trattenendo il respiro quando l’australiano riversò finalmente il suo piacere del corpo dell’altro.
Stravolti si concessero un lungo abbraccio, umido e sporco – ma non per questo meno piacevole -, riprendendo fiato e scambiandosi dei piccoli sorrisi.
“ Sembri… distrutto...”, sussurrò Tom, ridacchiando e carezzando i lunghi capelli dell’altro.
“ È solo la tua… impressione!”, ribatté Chris, baciandogli la spalla. “ Come stai?”
“ Dubbi amletici sulla tua performance?”, insinuò l’inglese, e ancor prima che Hemsworth potesse controbattere irritato e offeso, lo baciò ridendo. “ Intenso e… a quanto pare anche molto sporco.”, concluse, abbassando lo sguardo sul tuo corpo.
“ Doccia?”
“ Doccia.”, acconsentì Tom, aggiungendo poi un “ Ti amo.” sulle labbra di Chris.
“ Ti amo anch’io.”, rispose dolcemente l'australiano.




Subscribe

  • TRASFERIMENTO

    Amici e amiche di tutto il mondo! Sto lasciando questo livejournal per passare a quest'altro: princesskurenai Vi sto riaggiungendo tra…

  • Bad Romance ~ Kinks

    Elenco Elencoso dei kinks sessuali sui quali scriverò<3 Finger Fucking | [Cast the Avengers] Damned Shirt Rimming | [Cast the…

  • (no subject)

    Post random... presto aggiornerò con qualcosa sul p0rnfest #6 ù_ù

  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments